Vaccino antinfluenzale 2020/21

ATTENZIONE! Al momento non sono disponibili vaccini per i soggetti con meno di 65 anni. Siamo in attesa di sapere se e quando l’ULSS ci consegnerà altre dosi.

Il vaccino antinfluenzale è raccomandato per tutti i soggetti a partire dai sei mesi di età ed è la forma più efficace di prevenzione dell’influenza.

Il vaccino è offerto gratuitamente presso la nostra struttura a:

  • tutti coloro che hanno compiuto il sessantesimo anno di età;
  • donne in gravidanza;
  • soggetti affetti da malattie croniche dell’apparato respiratorio in possesso di esenzione per patologia;
  • soggetti affetti da malattie croniche dell’apparato cardiocircolatorio in possesso di esenzione per patologia;
  • soggetti affetti da diabete mellito in possesso di esenzione per patologia;
  • soggetti affetti da insufficienza renale e/o surrenalica cronica in possesso di esenzione per patologia;
  • soggetti affetti da patologie degli organi emopoietici in possesso di esenzione per patologia;
  • soggetti affetti da tumore e/o in corso di chemioterapia;
  • soggetti immunodepressi;
  • soggetti affetti da malattie infiammatorie croniche in possesso di esenzione per patologia;
  • conviventi e caregiver di pazienti fragili (allegato 1 delle raccomandazioni ministeriali per la stagione 2020/2021).

Coloro che rientrano nelle seguenti categorie:
– soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo (personale sanitario, forze dell’ordine, vigili del fuoco, altre categorie socialmente utili);
– personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (allevatori, macellatori, addetti al trasporto di animali, veterinari);
– donatori di sangue,
verranno vaccinati gratuitamente dal Servizio di Igiene Pubblica con modalità che saranno comunicate quanto prima dall’ufficio competente.

Tutti i vaccini antinfluenzali disponibili in Italia sono stati autorizzati dall’Agenzia Europea del Farmaco e/o dall’Agenzia italiana del Farmaco (AIFA).

Un riassunto della caratteristiche dei vaccini antinfluenzali disponibili in Italia è riportato sul sito dell’AIFA (http://www.agenziafarmaco.gov.it/).

Il vaccino viene somministrato per via intramuscolare, solitamente nel muscolo deltoide. Chiediamo pertanto, a chi volesse vaccinarsi presso la nostra sede, di presentarsi con abiti adeguati, possibilmente t-shirt e felpa con zip.

Costituiscono una controindicazione alla somministrazione del vaccino:

  1. Reazioni allergiche gravi pregresse (anafilassi) dopo la somministrazione di una precedente dose o una reazione allergica grave a componente di vaccino;
  2. Una malattia acuta di media o grave entità con o senza febbre (controindicazione temporanea).

Gli effetti indesiderati comuni dopo somministrazione di vaccino antinfluenzale consistono in reazioni locali, quali dolore, eritema, gonfiore nel sito di iniezione.

Le reazioni sistemiche comuni includono malessere generale, febbre, mialgie con esordio da 6 a 12 ore dalla somministrazione e della durata di 1 o 2 giorni.

E’ possibile effettuare la vaccinazione a partire dal 12 ottobre 2020 previo appuntamento. Chiediamo di chiamare per le prenotazione dalle 14.00 alle 20.00 allo 0444 914758 (call center).

Per non creare pericolosi assembramenti, consigliamo di essere puntuali e di mantenere il distanziamento in sala d’aspetto. Raccomandiamo l’uso della mascherina per accedere ai locali della Medicina di Gruppo.

Ai pazienti che ricevono la vaccinazione per la prima volta verrà chiesto di attendere 15 minuti prima di lasciare la struttura.

ATTENZIONE! Al momento non sono disponibili vaccini per i soggetti con meno di 65 anni. Siamo in attesa di sapere se e quando l’ULSS ci consegnerà altre dosi.

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn